like you incontri di incontri donne pordenone in

ragazze on line Silvia Mezzanotte Regine Summer Tour, dai Matia Bazar a Mia Martini: “Vi spiego come insegno il canto” [INTERVISTA]


 

incontri per adulti sassari Ai microfoni di UrbanPost si è raccontata Silvia Mezzanotte, artista italiana conosciuta grazie ai dieci anni di collaborazione con i Matia Bazar e pronta ad omaggiare le voci femminili con il “Regine Summer Tour”

donna cerca uomo terni annunci incontri a trapani Silvia Mezzanotte è una delle voci più apprezzate della chat incontri extraconiugali discografia italiana: diventata celebre grazie ai dieci anni passati in compagnia dei chat di incontri Matia Bazar, l’artista può vantare importanti collaborazioni fin da giovanissima con cantautori come Francesco cerco donna per avventura De Gregori e annunci bacheca catania Mia Martini. Ed è proprio a “Mimì” che si lega il suo ricordo più intenso con il progettoincontri per adulti a napoli “Regine Summer Tour” pronto a prendere il via nelle prossime ore. Nella lunga intervista concessa a annunci personali bakeca palermo UrbanPost, inoltre, uomo per uomo Silvia ha voluto raccontare il suo primo anno di vita senza bakeca donne bolzano Giancarlo Golzi, scomparso, improvvisamente il 1donne verona incontri 2 agosto 2015. La sua vita, da quel giorno, è cambiata completamente: chiuso una porta si è aperto un portone, con l’istituzione di una scuola di canto, la ragazza cerca amore “The Voice Academy”, capace di far registrare un successo inaspettato dopo solo un anno di vita.

siti gratuiti annunci donna cerca lucca

le anime gemelle immagine di ragazze Iniziamo dal “Regine Summer Tour”: da dove è nata l’idea di girare l’Italia portando in scena la musica delle principali voci italiane?
“Si tratta di uno spettacolo nato otto anni fa, inizialmente indirizzato per una dimensione acustica e teatrale. Ancora oggi, infatti, lo sviluppo su due livelli: quando c’è acustica utilizzo il trio jazz mentre quando si tratta di concerti estivi, in open, utilizzo il quartetto pop-rock. Regine nasce dalla voglia di celebrare le grandi donne e cantanti che hanno cullato e seguito la mia crescita umana e artistica. Anche se loro non lo sanno, infatti, io da piccola ero timidissima ed è solo grazie alla musica che sono riuscita ad andare avanti: i loro brani mi hanno dato la forza di trovare una forma di sicurezza spingendomi a chiedere perché non dovessi farcela anch’io se loro c’erano riuscite. Ho scelto di prendere le loro canzoni più belle stravolgendole con un racconto ben preciso: si passa da brani di popolarità straordinaria a piccole chicche spesso poco valorizzate. Ad esempio “I Will Survive” di Gloria Gaynor, spesso ricordata per il Capodanno, io la porto in scena perché mi piace associarla al concetto di femminicidio. Di Mia Martini, invece, porto in scena “Col tempo imparerò”, una delle sue canzoni più belle in cui racconta di un tempo che a lei non è stato concesso, ovvero quello di invecchiare. Di Giuni Russo, invece, eseguirò “La sua figura”, brano scritto da lei e musicato da Battiato.”

siti per chattare gratis senza registrazione incontri annunci roma Silvia Mezzanotte, se le diciamo Matia Bazar che cosa le viene in mente?
“Due periodi della mia esistenza durati per un totale di dieci anni. Sono grata ai Matia Bazar perché con loro sono riuscita a crescere: uso il termine ‘grata’ perché credo sia la migliore parola con cui esprimere quel che ho condiviso con i miei compagni di viaggio. Ma il vero ricordo dei Matia Bazar è legato alla persona di Giancarlo Golzi: non ci siamo mai persi di vista neanche quando non facevo parte del gruppo. Con lui ho costruito un rapporto personale molto intimo, Giancarlo amava tantissimo il mio spettacolo (Regine) tanto da sceglierlo spesso per le sue serate di beneficenza. La sua morte mi ha devastato: in questo anno sono cambiata molto perché è come se avessi perso un parente stretto. Chi non ha mai vissuto i ritmi della tournée non può capire, i tuoi colleghi diventano compagni di viaggio, li senti a te sempre molto vicina. Ho voluto chiudere ogni rapporto con i Matia Bazar perché per me senza Giancarlo non sarebbe stato lo stesso. Ci sono anche dei pro: dalla perdita, da un dolore così grande, puoi saper rivoluzionare i tuoi orizzonti, fare ordine nella tua vita e ristabilire i propri obiettivi. Capisci per cosa sia giusto piangere e per cosa, invece, fare spallucce.”

bakeca donna foggia incontro donne sposate

chattare con donne annunci donna cerca Il suo esordio risale al 1990 con “Sarai grande”, poi una serie di collaborazioni con grandi artisti internazionali: quale ricorda con più piacere?
“Come non ricordare il 1990, ero una ragazzina, poco esperta. Mi piace ricordarmi come ‘Alice nel paese delle meraviglie’, l’ho vissuta con grande ingenuità nei confronti di tutto ciò che mi circondava. L’inesperienza mi ha portato a far accendere su di me i riflettori quell’anno ma ad avere difficoltà nell’edizione dopo. Però, con il senno di poi, ho sfruttato quelle difficoltà per una gavetta molto lunga che mi ha formato e fatto diventare la donna che sono oggi. Quando sono stata scoperta da Giancarlo sono riuscita a mettere in luce le mie qualità grazie al percorso di dieci anni fatto da ‘sola’. Per quanto riguarda le collaborazioni, senza nulla togliere agli altri grandi artisti con cui ho lavorato, non posso non citare Mia Martini: con ‘Mimì’ ho avuto la fortuna di collaborare al suo ultimo album come corista. Ricordo con grande piacere quel periodo: negli anni novanta si registrava ancora in uno studio di Modena dove avevi la fortuna di non collaborare solo dal punto di vista lavorativo ma di conoscere il tuo partner anche sotto l’aspetto umano. Ho scoperto una Mia Martini completamente diversa da come la descrivevano: stando in contatto con lei ho potuto capire come su di lei fossero state scritte tante bugie. E poi, un giorno, mi sono ritrovata nella stessa stanza con De Gregori, Fossati e Mia Martini: cosa chiedere di meglio?”

incontri uomo donna annunci donne terni

incontrissimi chat gratis anima gemella bakeca incontri x adulti Da qualche mese ha dato vita a un nuovo progetto, “The Vocal Academy”: ci racconta in cosa consiste questo studio del canto?
“The Vocal Academy nasce a Mazara del Vallo, in Sicilia, prettamente per questioni affettive: il mio compagno è di lì e per questioni di vita ho iniziato a frequentare quella parte di Sicilia. Ho scoperto bellissime voci che, però, si sprecavano perché avevano un’idea dell’approccio al canto inadatto per la crescita artistica: ormai lavoriamo da un anno e ho potuto constatare come spesso le voci sono figlie di trasmissioni distruttive per la voce stessa. Ci sono dei bambini giovanissimi che cantano canzoni dei ‘grandi’, sforzando sia il timbro che il loro inconscio. Io sono dell’idea che una canzone la puoi cantare solo se capisci davvero il significato delle parole. Vorrei, inoltre, fare una menzione speciale per il mio socio, Riccardo Russo: lo reputo il vero motore di questa accademia. Per quanto riguarda le sedi, invece, siamo nati in Sicilia ma ci stiamo espandendo: ne abbiamo aperta due in Sardegna, a Nuoro e Cagliari, mentre ad ottobre inizieremo a lavorare fisicamente anche a Bologna. Tra le novità più importanti, invece, la possibilità di poter usufruire del FAD (Formazione A Distanza) così da poterci connettere con tutte quelle scuole che ci hanno fatto richiesta ma che per via dei tanti impegni non sempre siamo riusciti a soddisfare.”
bakeca incontri coppia
Qual è la metodologia utilizzata?

“The Vocal Academy è nata con l’intenzione di far capire ai genitori dei ragazzi che bisogna fare un percorso prestabilito. Al di là de “Il Volo” non mi viene in mente nessun altro grande nome uscito da questi talent per bambini: cantano canzoni da vecchi, non è corretto. Abbiamo dato vita a un principio innovativo, sfruttando la memoria fisica: con l’utilizzo di pesi, variabili dai 2 agli 8 kg, si contraggono dei muscoli che aiutano nella respirazione e nella costruzione del registro timbrico. Il lavoro viene fatto dal peso, facendolo con regolarità questo ricordo si instaura nella memoria fisica. Inoltre, lavoriamo su due livelli diversi: ascolto in cuffia e lavoro con casse audio. Abbiamo la fortuna di avere pre-coach, live-coach, insegnati di dizione, insegnati che hanno come obiettivo quello di imparare non a parlare bensì a saper stare sul palco e muoversi in modo organico e naturale. Sono contenta perché in questo primo anno di lavoro abbiamo prodotto spettacoli veri e propri e non meri saggi scolastici.”

annunci incontri treviso
A tal proposito, cosa ne pensa dei talent-show di cui ormai il mercato discografico è pieno zeppo?

“Ci sono dei pro e dei contro, come tutto nella vita. Solitamente sono i contro a prevalere ma ci sono delle riflessioni da fare: ad esempio, prendiamo il caso di Annalisa Scarrone, diventata celebre grazie ad Amici nonostante non abbia vinto. Perché ce l’ha fatta? Ha creduto nella sua forza, tenuto i piedi per terra e si è circondata delle persone giuste. Tutti consigli che do sempre ai mie studenti: chi mi chiede di partecipare non si sentirà mai rispondere di no, bisogna prepararsi al meglio ed essere consapevoli che non è l’unica strada da percorrere. Le modalità, inoltre, non sono prevedibili perché selezionatori e coach non sempre viaggiano in sintonia e sullo stesso livello. Bisogna ricercare il talento vocale, è vero, ma nei talent un punto di vantaggio è dato dalla storia da raccontare; chi ha una vita lineare avrà maggiori difficoltà rispetto a chi ha avuto un percorso tormentato. E poi, bisogna essere forti perché si  è osservati 24 ore su 24, per tutto l’arco della giornata e ci sono le case discografiche: quest’ultime sono totalmente asservite ai talent.”

donne incontri monza annunci gratis in italia

matrimoniale italia gratis bakeka incontri donne brescia Chiudiamo con una domanda inerente al mondo della moda: ci racconta come è nata la collaborazione con la stilista Anna Marchetti?
“L’ho conosciuta nel 2008 e con lei ho un rapporto professionale e amicale straordinario. Questa sera sarà presentato il suo libro per cui ho curato la prefazione: disegna collezioni, mi costruisce abiti addosso in sintonia con le mie caratteristiche. Proprio per l’occasione di questa sera indosserò l’abito del Festival di Sanremo 2012, di una straordinaria eleganza. Poi è una donna pazzesca: sorride sempre, anche alle avversità della vita, non si ferma un attimo: mamma, nonna, casalinga. È tutto lei. Insieme condividiamo la passione di raccontare le nostre esperienze ai più giovani, formarli attraverso quel che abbiamo fatto noi.”

cerco donna per amore © Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

annunci uomo cerca uomo Metti mi piace a incontri donna piacenza

bakeka incontri net Leggi anche

Commenta via Facebook

incontri per adulti a salerno EDITORIALI

cerco donne roma INTERVISTE

ragazze cercano ragazzo Lavoro

donne in cerca di uomo incontre donne brescia

annunci privati donna cerca uomo incontri per adulti marche 132 condivisioni
annunci ragazze piacenza Lavoro

donna cerca donna piemonte donna cerca uomo na

chat incontri gratuiti incontri per adulti a como 20 condivisioni
chat donne gratis Lavoro

cerco ragazzo single cerca ragazze per chattare

incontri uomo per uomo chat incontri italia 21 condivisioni
incontri foggia donne Lavoro

siti incontri mature annunci coppie bakeca

incontri a pescara recensione siti incontri 29 condivisioni
fare siti web Lavoro

donne incontri lecce bakeca incontri home

sito di incontri gratis alto adige sito ufficiale 32 condivisioni
chat e incontri Lavoro

donna cerca uomo a torino donne single milano

annunci di ragazze single chattare con amici 46 condivisioni
annunci personali ragazze Lavoro

cerco donne bologna monte celio roma

incontri bakeca donne treviso chat incontro gratis 28 condivisioni
incontri coppia roma Lavoro

uomo cerca donna bakeca cerco donna milano

annunci donna cerca uomini incontro a palermo 61 condivisioni